ACTA!

Per prima l'Italia ha protestato con le leggi di limitazione della libertà online. Dopo anche gli USA hanno protestato contro la SOPA e la PIPA facendo rinviare la legge. Oggi la nostra cara Unione Europea ha firmato l'ACTA, Anti Counterfeiting Trade Agreement, un accordo anti contraffazione, nella quale si impone a tutti gli stati aderenti nuove  regole più restrittive in materia di proprietà intellettuale ed internet.


Leggendo un'intervista a Fulvio Sarzana, uno tra i massimi esponenti del rapporto tra il diritto ed il web, scopro che questa nuova ACTA, impone ai provider di dare i dati personali di colui che si ritiene abbia violato la proprietà intellettuale altrui direttamente all'interessato, senza nessun passaggio dall'autorità giudiziaria! Ad esempio, se mettiamo sul nostro profilo di facebook una foto scaricata da qualche sito internet protetta da copyright, invece di ricevere un messaggio da facebook che ci scrive per dirci che il materiale ''è stato rimosso a causa di una presunta violazione del copyright'', potremmo arrivare all'assurdo di una richiesta danni per uso di materiale intellettuale di proprietà altrui! Altro esempio, i molti siti che attualmente vendono mp3, come iTunes, sarebbe costretti a chiudere, perché il materiale potrebbe essere facilmente copiato senza tutela del diritto d'autore!


Un altro passo che leggo è la riforma sulla ricerca farmaceutica, questa legge impone che un'azienda i cui farmaci sono studiati da altri centri, può richiedere l'elenco di coloro che fanno tali ricerche, e potrà imporre la cessazione delle ricerche!


L'ACTA è oscena! La Svizzera ha legalizzato da poco la possibilità di scaricare e vedere film online: prima di legiferare in tale maniera ha fatto una campagna di ricerca, che ha portato a dire che colui che vede un film in streaming, o scarica una canzone online, lo fa solo per passatempo, difficilmente sarebbe andato al cinema a vederlo, o avrebbe comprato il cd. Inoltre grazie al digitale, il contenuto, sia un video o una canzone, ha una diffusione assai maggiore, rispetto quella che avrebbe avuto unicamente basandosi sulle strategie di marketing tradizionali. Su tali basi la Svizzera ha legalizzato il P2P per uso domestico.


Gli altri Stati tendono a fare il contrario! Contro la rete e la libertà che questa oggi ci ha dato. Se ciò non bastasse, limita la ricerca scientifica quindi la conoscenza e la sua diffusione!


Fonti:
http://www.trackback.it/articolo/la-legge-sopa-arriva-in-italia-ancora-guai-in-vista-per-streaming-e-p2p/48141/
http://punto-informatico.it/3414456/PI/News/acta-ue-favore-hacktivisti-contro.aspx
http://www.repubblica.it/tecnologia/2012/01/26/news/pirateria_acta-28803676/

Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringrazio per ogni commento, appunto, modifica o richiesta di chiarimento. Mantenendo sempre un tono civile. Ogni commento che non rispetta tali regole, sarà eliminato, sopratutto se fatto in maniera anonima. TI ricordo che cerchiamo nuovi collaboratori o appunti, per implementare il materiale presente sul sito.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...