Un commento anonimo sul blog e puoi essere denunciato per diffamazione?

Da qualche giorno mi chiedo se un commento anonimo su un blog può essere occasione per denunciare il blogger, il proprietario del blog, per diffamazione: se trovo un commento anonimo che mi offende posso denunciare il proprietario del blog o del sito???

Ammettiamo per assurdo che io sia uno dei tanti furbi in Italia, vado su uno dei principali siti che possiedono un blog, un forum, o uno che possieda la maniera per poter scrivere qualcosa in maniera anonima, e scrivo un commento offensivo su me stesso. Immortalo la questione, la stampo, vado da un avvocato e chiedo 30'000 € di danno, che per le multinazionali sono spicci... però per un semplice cittadino sono parecchi, di sicuro fanno sorridere!

Dopo qualche ricerca sulla rete, ho trovato questa sentenza del Tribunale di Ancona: un blogger viene portato in aula perché sul suo blog da qualche mese è presente un commento da un anonimo, che le indagini non sono riuscite a chiarirne la provenienza. Viene portato in tribunale il blogger perché il blog è suo ed è responsabile di quello che viene scritto. Il magistrato nell'ordinanza di archiviazione afferma che la querela verso il proprietario non ha senso, perché non è l'artefice ne l'istigatore del commento anonimo, la sola ipotesi di responsabilità poteva avvenire a seguito dell'articolo 57 del codice penale, che recita:

Salva la responsabilità dell’autore della pubblicazione e fuori dei casi di concorso, il direttore o il vice-direttore responsabile, il quale omette di esercitare sul contenuto del periodico da lui diretto il controllo necessario ad impedire che col mezzo dalla pubblicazione siano commessi reati, è punito, a titolo di colpa, se un reato è commesso, con la pena stabilita per tale reato, diminuita in misura non eccedente un terzo.

Se il blog fosse stampa sarebbe un problema, ma la sentenza nel seguito recita che tale ipotesi non è applicabile al situazione, difatti tale legge è dettata per la stampa, non può tenersi applicabile per estensione al responsabile del blog, per l'impossibilità di estendere in via analogica una legge che era stata pensata per la carta stampata. La sentenza va avanti citando anche il concetto espresso direttamente dalla Suprema Corte relativamente ad un forum, dove però la situazione era molto differente, difatti era in dibattito se i commenti in un giornale online possano essere considerati essi stessi come prodotto di stampa o meno, ma come semplice area di discussione!

Incredibilmente, se si fa una sorta di moderazione, cioè controllo dei commenti prima che appaiono pubblichi, si è responsabili, in quanto si è deciso cosa pubblicare. Tuttavia il tempo è importante, difatti la sentenza cita il tempo per cui un commento appare. Se si è consci del fatto che sul proprio blog ci sono elementi per la querela, è meglio eliminare tali commenti.

Quindi cari blogger state tranquilli, sui vostri siti lasciate liberi i commenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringrazio per ogni commento, appunto, modifica o richiesta di chiarimento. Mantenendo sempre un tono civile. Ogni commento che non rispetta tali regole, sarà eliminato, sopratutto se fatto in maniera anonima. TI ricordo che cerchiamo nuovi collaboratori o appunti, per implementare il materiale presente sul sito.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...