Ignorare, ridicolizzare, combattere!

Un buon stratega che si rispetti conosce benissimo questa regola. Sia nella politica, che nel mercato e nella vita, i nemici, o i presunti tali vanno prima ignorati, poi se crescono ridicolizzati e solo in ultima fase, solo se necessario combattuti. Sembra un concetto seicentesco tratto da qualche manualino di guerra, in realtà è una delle tattiche più usate ancora oggi. Ci sarebbe molti esempi da fare, sia in politica sia nel mercato. Pensate al fenomeno Apple, prima le grosse aziende come la microsoft non se ne sono minimamente interessate, poi ci sono stati gli anni in cui la ridicolizzavano come ''ti compri un mac e non ci sono programmi che girano sopra, cosa lo compri a fare?'' oppure ''volevo prendere un mac, ma con la stessa cifra ho deciso di prendere un pc il doppio più potente e di cambiare la macchina!''. Ora che la Apple ha creato una serie di prodotti incredibili, senza mai fermare la sua ascesa in questa anni, per qualità dei prodotti venduti, ora, la combattono: gli copiano i prodotti, la tecnologia ed i brevetti. Viene accusata di plagio del logo, ecc.....

Un esempio ancora più calzante a livello politico è quello del movimento di Beppe Grillo, il blog più letto d'Italia: dal 2004 (?) fa spettacoli incazzandosi contro i politici e contro il sistema: nessun politico se lo cagava di striscio. Poi fonda il movimento 5 stelle, con i V Day e sempre nessuno se lo caga pur riuscendo a radunare nelle piazza folle spaventose di gente. Questo perché sperano che senza dare corda a questo fenomeno, con il passare del tempo, possa scemare da solo. Invece no, presente delle liste amministrative, riesce lentamente ad avere dei consiglieri nei comuni, nei consigli regionali, rimanendo sempre sulla sua linea di non volere le provincie e nemmeno presenta le liste per le elezioni provinciali. Dallo scorso anno ad oggi il consenso in questo movimento è aumentato, riuscendo ad essere il terzo partito a livello nazionale per media dei consensi, oscillando intorno al 20%. Ed ecco che quando era solo al 4%, cioè che in caso di elezioni sarebbe riuscito ad entrare in parlamento che comincia la battaglia per ridicolizzarlo, tra tutti mi viene da citare Silvio Berlusconi che dice ''Grillo è il mio migliore alleato''.

Ma dopo la Caporetto della politica, cioè la vittoria a Parma alle amministrative di un candidato del movimento dei Grillini, l'ormai famoso Pizzarotti, è scattata la fase 3: combattere. Allora esce Bersani che da del Fascista a Grillo, escono vari filmati di qualche anno che durante uno spettacolo comico Grillo consiglia alla polizia come comportarsi, i media che danno ormai il movimento sicuro alla sinistra, mentre si è sempre considerato fuori dagli schemi...

passano i tempi ma le regole restano! Stai attento a quello che ti fanno vedere ed a quello che dicono... i media devono far notizia per mangiare, non raccontare la verità!

Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringrazio per ogni commento, appunto, modifica o richiesta di chiarimento. Mantenendo sempre un tono civile. Ogni commento che non rispetta tali regole, sarà eliminato, sopratutto se fatto in maniera anonima. TI ricordo che cerchiamo nuovi collaboratori o appunti, per implementare il materiale presente sul sito.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...