Modello 04




Il documento principale nella compilazione della dichiarazione di successione è il modello 04. Nel quale sono presenti tutti i dati relativi agli eredi, ai beni, mobili e immobili, conti correnti e passività.

- Direzione Provinciale e Ufficio Territoriale:
indicare la direzione provinciale e l'ufficio territoriale  della zona dell'ultima residenza del de cuius. (su questo link del sito dell'agenzia è possibile scoprire l'Ufficio Territoriale più vicino)


La parte sottostante è da lasciare vuota, spetterà all'Agenzia delle Entrate compilarla.

- Apertura della successione: corrisponde alla data di morte del defunto. Dal giorno dell'apertura gli eredi hanno dieci anni di tempo per accettare o rifiutare. L'accettazione può essere espressa (tramite atto pubblico o scrittura privata) o tacita (ad esempio se l'erede paga i debiti del defunto).

- Inserire tutti i dati necessari: codice fiscale, cognome, nome, comune, prov, data di nascita, sesso (M o F), ... via e civico,

- Ultima residenza: comune / Prov. Nel caso il de cuius sia stato residente in uno stato estero al momento della morte si deve inserire il comune e la provincia dove questo risiedeva prima di trasferirsi all'estero.

- Barrare Celibe o Nubile, se aveva un regime patrimoniale in Comunione o Separazione e quindi se era Vedovo o Divorziato. 

- Eredità devoluta per: Legge o Testamento. Per legge è devoluta quando non esiste un testamento. Mentre se la successione avviene per testamento bisogna inserire il Nome e Cognome del Notaio, la data di pubblicazione e gli estremi di registazione. 

- Asse ereditario, questa parte sarebbe meglio completarla alla fine perché si devono inserire i valori relativi agli Immobili, Aziende, Altri cespiti, quindi scrivere il Totale, e inserire le passività nel caso di successioni che superano il valore totale di 1'000'000 € altrimenti le passività non vanno considerate.

- Firma per esteso e generalità del dichiarante: firmare e dopo la firma si deve indicare per esteso il nome e cognome del dichiarante, il luogo e la data di nascita.

- Qualità e indirizzo completo del dichiarante: inserire se è erede, legatario, ecc... e l'indirizzo di residenza.

SECONDA PAGINA


Nella seconda pagine del Modello 04 vengono inseriti i dati relativi all'albero genealogico e i documenti che verranno allegati al modello.

- Si inserisce nuovamente il Nome e Cognome, la data di morte e il codice fiscale del de cuius. Nello spazio sottostante si deve fare uno schema dell'albero genealogico del de cuius, inserendo per ciascun nome e cognome, gradi di parentela, luogo e data di nascita. Nel caso anche inserire la data di morte e l'eventuale rinuncia.

- Nei documenti da allegare ad esempio: autocertificazione resa da un erede, allegando un documento di identità, avente ad oggetto lo stato di morte del defunto / autocertificazione resa da un erede, allegando un documento di identità, avente ad oggetto lo stato di famiglia del defunto alla data del decesso / autocertificazione resa da un erede (se parente o affine del defunto), allegando un documento di identità, avente ad oggetto lo stato di famiglia degli eredi / prospetto di autoliquidazione e modello F23 pagato / copia autentica dell’ultimo bilancio, se cade in successione un’azienda / certificazione bancaria per i rapporti di c/c o di deposito titoli (con indicazione del saldo del c/c, compresi gli interessi maturati alla data della morte e dei prelevamenti eseguiti nei 4 giorni precedenti, e/o dei titoli in portafoglio) / autocertificazione del possesso dei requisiti per l’agevolazione prima casa / documenti comprovanti le passività (spese funebri, spese sanitarie, mutui e debiti bancari, imposte, ecc) / copia autentica degli atti di ultima volontà /...

N.B. non è più obbligatorio allegare i certificati di destinazione urbanistica o i dati relativi agli immobili. La risoluzione n. 11/E del 2013 indica che i documenti che devono essere richieste ad altri uffici pubblici non devono essere forniti dall'esterno ma devono essere chiesti direttamente tra un ufficio e l'altro della pubblica amministrazione.

- Sono stati utilizzati i seguenti riquadri: per completare la pagina si deve inserire il numero dei quadri che sono stati utilizzati nelle pagine successive. Per sicurezza sarebbe meglio compilarlo per ultimo.

QUADRO A - Eredi e legatari


- Progressivo: partendo da 001 per ogni quadro si inserisce il numero progressivo: 002, 003, 004, ecc...

- Relazione di parentela: figlio, nipote in linea retta di 2° grado, collaterale, ecc...

- Categoria: erede o legatario

- Codice fiscale
- Cognome
- Nome
- Comune
- Prov. 
- Data di nascita
- Sesso
- Via o Piazza
- n° civico

Per ogni erede si deve completare il riquadro.

QUADRO B - ATTIVO EREDITARIO

In questa pagina si inizia a fare calcoli e servono documenti precisi che avete dovuto richiedere già in precedenza, come i certificati di destinazione urbanistica.

Progressivo: partendo da 001 per ogni quadro si inserisce il numero progressivo: 002, 003, 004, ecc...

- Comune

- Prov.

- Codice catastale: è il codice catastale del terreno è diverso per ogni comune, puoi trovare a questo link quello che ti interessa.

- Partita: catastale o tavolare

- Catasto: indicare con una lettera se è il catasto terreni (T) o catasto fabbricati (F)

A questo punto sulle visure catastali che avete richiesto è possibile trovare tutti i dati necessari per completare le voci a seguire:
- Sezione: non sempre presente, sopratutto nei comuni più piccoli non è presente, nel caso lasciare vuota
- Foglio: numero del foglio catastale
- Numero: numero della particella catastale
- Subalterno: se è un subalterno

- Ubicazione: non è un campo obbligatorio, lo si può inserire per essere più chiari, ad esempio con un indirizzo o specificando la zona (tipo via Enrico Riva, oppure incrocio tra via San Bartolomeo e Via del Fossato), se un appartamento l'interno e la scala.

- Zona censuaria: è una zona omogenea del territorio provinciale, costituita da una porzione del comune o da un intero comuni, simili per caratteristiche ambientali o socioeconomiche.

- Categoria: è la tipologia delle unità immobiliari differente per le caratteristiche intrinseche che ne determinano la destinazione

- Classe: indica il grado di produttività delle unità immobiliaria

- Superfici ettari: per i terreni, si inserisce la superifice XX YY ZZ (ad esempio, 2530 mq, si scriveranno 00 25 30, si può anche omettere lo 00 iniziale)

- Metri quadrati: se è presente per le unità immobiliari

- Metri cubi: per alcuni tipi di categorie immobiliari

- Vani: parametro normale per le unità immobiliari

- Rendita: si inserisce la rendita catastale dell'immobile (si preferisce sempre separare le cifre in migliaia, ad esempio 23'000,00 €)

- Quota di possesso: si riferisce a quale quota di proprietà aveva il defunto (es. 1/1 3/12 5/7 ecc...)

- Diritto: in questa sezione si inserirà che tipo di legame aveva il de cuius con l bene, se aveva la nuda proprietà, l'usufrutto, o la piena proprietà

- Codice diritto: si può non inserire nulla:

- Valore: qua va inserito il valore catastale. Guarda qua come si calcola.

- Osservazioni: nel caso ci fosse da inserire qualche osservazione. Ad esempio se si tratta di un terreno fabbricabile, per il calcolo del valore si dovrà inserire il valore di mercato. Potrebbe essere buona norma appuntarlo qua.

QUADRO B2 - AZIONI, TITOLI, QUOTE DI PARTECIPAZIONI NON QUOTATI IN BORSA NE' NEGOZIATI AL MERCATO RISTRETTO


In questo quadro si elencano gli attivi ereditari relativi ad azioni e titoli non quotati in borsa, partecipazioni societarie, fondi comuni, ecc... Non vanno inseriti nè i libretti postali, né conti correnti, né azioni di società quotate in borsa (andranno inserite nel quadro B4). I titoli di Stato non sono tassati, ma vanno comunque inseriti in questo quadro.

Progressivo: partendo da 001 per ogni quadro si inserisce il numero progressivo: 002, 003, 004, ecc...

- Quote di possesso: questa va calcolata, se il de cuius era unico proprietario, la quota sarà di 1/1, se magari era cointestato con la moglie, 1/2, se era divisa con i 3 figli 1/4, e così via...

- Descrizione: l'istituto finanziario al quale facciamo riferimento avrà dato una descrizione specifica, ad esempio 'deposito amministrativo n° .... presso, cointestato...'

- Valore: qua viene inserito il valore del deposito.







Le ultime due pagine del modello sono da lasciare in bianco, saranno compilate dai responsabili dell'ufficio dell'Agenzia delle Entrate.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...