Vitruvio - De Architectuta - Libro II

Prefazione

[1] L'architetto Dinocrate, basandosi sui poteri della sua abilità e ingegno, mentre Alessandro era nel bel mezzo delle sue conquiste, partì dalla Macedonia con l'esercito, desideroso di guadagnarsi la lode del suo Sovrano. Che la sua introduzione alla presenza potrebbe essere facilitato, ha ottenuto lettere di suoi connazionali e parenti per gli uomini di primo piano e la nobiltà sulla persona del re; da chi viene gentilmente ricevuto, li supplicò di prendere la prima occasione di realizzare il suo desiderio. Hanno promesso abbastanza, ma sono stati lenti nell'esecuzione; attesa, come hanno affermato, per una corretta occasione. Pensando, però, hanno differito questo senza soli motivi, ha preso il suo proprio corso per l'oggetto che aveva in vista. Era, dovrei dire, un uomo di alta statura, il volto gradevole, e complessivamente di aspetto dignitoso. Confidando nei doni che la natura aveva a lui dato, ha messo il suo abbigliamento ordinario, e essersi unto con l'olio, coronato il capo con una corona di pioppi, mise una pelle di leone sulla spalla sinistra, e portando un grande anello alla mano destra, uscirono dal tribunale reale, in un periodo in cui il re faceva la giustizia. 

2. La novità del suo aspetto eccitò l'attenzione della gente; e Alessandro Magno presto scoprì, con stupore, l'oggetto della loro curiosità, ha ordinato la folla per far posto a lui, e ha chiesto di sapere chi fosse. "Un architetto macedone», rispose Dinocrate, "che suggerisce schemi e disegni degni tua fama reale. Propongo di formare Monte Athos nella statua di un uomo in possesso di un grande città nella mano sinistra, e nella destra una tazza enorme, in cui sono raccolti tutti i torrenti della montagna, che sono quindi oggetto riversate in mare. " 

3. Alexander, deliziato alla proposta, ha fatto un'inchiesta immediata se il terreno del quartiere erano di qualità in grado di produrre prodotti sufficiente per un tale stato. Quando, però, ha scoperto che tutte le sue forniture devono essere forniti da mare, ha quindi rivolto Dinocrate: "Ammiro il grande profilo del vostro regime, e sono compiaciuto con lui: ma io sono dell'opinione che sarebbe stato molto da biasimare chi piantata una colonia su tale punto. Infatti, come un bambino si nutre del latte di sua madre, da essa dipendenti per il suo progresso alla scadenza, in modo da una città dipende la fertilità del paese circostante per le sue ricchezze, la sua forza nella popolazione, e non meno per la sua difesa nei confronti di un nemico. Sebbene il piano potrebbe essere effettuato in esecuzione, ma penso che impolitico. Io comunque chiedere la vostra presenza su di me, che io possa altrimenti avvalermi del vostro ingegno. " 

4. Da quel Dinocrate tempo era in presenza costante sul re, e lo seguì in Egitto; dove Alessandro aver percepito un punto, allo stesso tempo, naturalmente forte, il centro del commercio del paese, una terra ricca di mais, [Immagine] e avere quei servizi di trasporto che del Nilo offerto, ordinato Dinocrate di costruire una città il cui nome dovrebbe essere Alessandria. Dinocrate ottenuto questo onore con la sua persona avvenente e portamento dignitoso. Ma per me, l'imperatore, la natura ha negato un ampio statura; la mia faccia è rugosa con l'età, e la malattia ha compromesso la mia costituzione. Privati ​​di questi risultati naturali, mi auguro, tuttavia, per guadagnare un po 'encomio attraverso l'aiuto delle mie cognizioni scientifiche, ei precetti che devono consegnare. 

5. Nel primo libro ho trattato di architettura, e le parti in cui è suddiviso; delle pareti di una città, e la suddivisione dello spazio all'interno delle pareti. Le istruzioni per la costruzione di edifici sacri, le proporzioni e la simmetria, seguiranno e si spiegano: ma credo che saranno fuori luogo, a meno che non ho già rendere conto dei materiali e di lavorazione utilizzati per la loro costruzione, insieme con un'inchiesta delle loro diverse proprietà e applicazioni in diversi casi. Anche questo Devo premettere con un'inchiesta sull'origine e varie specie dei primi edifici, e la loro avanzata graduale alla perfezione. In questo io seguire i passi della Natura stessa, e di coloro che hanno scritto in merito ai progressi da selvaggia alla vita civile, e le invenzioni conseguenti su quest'ultimo stato della società. Così guidato, procederò. 

Capitolo 1 


1. L'umanità originariamente portato avanti come le bestie del campo, in boschi, tane, e boschetti, passò la vita in maniera selvaggia, mangiare il cibo semplice che la natura offriva. Una tempesta, in una certa occasione, dopo aver eccessivamente agitato gli alberi in un luogo particolare, l'attrito tra alcuni rami li fece prendere fuoco; questo in modo allarmato quelli nelle vicinanze dell'incidente, che si recarono a volo. Tornando al punto, dopo la tempesta si era placata, e di trovare il calore che era stato così creato estremamente confortevoli, hanno aggiunto benzina sul fuoco eccitato, al fine di preservare il calore, e poi è andato avanti per invitare gli altri, da segni e gesti, a venire e testimoniare la scoperta. Nel concorso che ha avuto quindi luogo, hanno testimoniato le loro diverse opinioni e le espressioni da diverse inflessioni della voce. Dalle parole di associazione quotidiane riuscita a queste modalità indefinite di discorso; e questi diventando a poco a poco i segni di alcuni oggetti, hanno cominciato a unirsi a loro insieme, e la conversazione divenne generale. 

2. Così la scoperta del fuoco ha dato origine alla prima assemblea del genere umano, per i loro primi lavori, e la loro unione in uno stato della società. Per associazione con l'altro erano più dotati per natura di altri animali, dalla loro postura eretta, che ha anche dato loro il vantaggio di vedere continuamente le stelle e firmamento, non meno che dal loro essere in grado di afferrare e sollevare un oggetto, e girare esso su con le mani e le dita. Nell'assemblea, quindi, che in questo modo li ha portati prima insieme, sono stati condotti alla considerazione di se stessi al riparo dalle stagioni, alcuni facendo pergolati con i rami degli alberi, alcuni scavando grotte nelle montagne, e gli altri a imitazione del nidi e abitazioni di rondini, facendo dimore di rami intrecciati e coperte di fango o argilla. Dall'osservazione di e miglioramento espedienti di ogni altri per riparo se stessi, ben presto cominciarono a fornire una migliore specie di capanne. 

3. E 'stato così che gli uomini, che sono per natura di una svolta imitativo e docile della mente, e orgogliosi delle proprie invenzioni, acquisendo esperienza quotidiana anche da ciò che era stato eseguito in precedenza, gareggiavano tra loro nel loro cammino verso la perfezione in edilizia . Il primo tentativo è stata la mera costruzione di alcuni pennoni uniti insieme per mezzo di travi di cui tutta in orizzontale, e ha riguardato le erezioni con canne e rami, ai fini di se stessi al riparo dalla inclemenza delle stagioni. Trovare, però, che coperture piane di questo tipo non sarebbe efficacemente li riparo nella stagione invernale, hanno fatto i loro tetti di due piani inclinati che si incontrano in una cresta in vetta, il tutto di cui hanno coperto di argilla, e quindi trasportati dalla pioggia. 

4. Siamo certi che gli edifici furono così Originariamente costruito, dall'attuale pratica delle nazioni civilizzate, i cui edifici sono di pennoni e paglia, come si può vedere in Gallia, in Spagna, in Portogallo, in Aquitania. I boschi del Colchi, del Ponto, forniscono tale abbondanza di legno, che si costruiscono nel modo seguente. Due alberi sono disposti livello sulla terra, a destra ea sinistra, a tale distanza l'uno dall'altro soddisfa la lunghezza degli alberi che devono attraversare e collegarli. Sulle estremi di questi due alberi sono previste altre due alberi trasversalmente: lo spazio che la casa sarà rinchiudere si distingue così fuori. I quattro lati essendo così definiti, torri sono sollevate, le cui pareti sono costituite da alberi stabilito orizzontalmente ma tenute perpendicolarmente sopra l'altro, gli strati alterni aggiogare gli angoli. Gli interstizi livello che lo spessore degli alberi lasciano alternativamente, è riempito con chip e fango. Su un principio simile formano i tetti, tranne che riducendo gradualmente la lunghezza degli alberi che attraversano dall'angolo all'angolo, assumono una forma piramidale. Sono coperti con rami e imbrattata con argilla; e quindi dopo un brusco modo di volteggio, i tetti quadrangolari si formano. 

5. I Frigi, che abitano un paese privo champain del legname, scegliere collinette naturali, che attraversate e scavano fuori per la loro sistemazione, così come la natura del suolo permetterà. Queste dimore coprono con i tetti costruiti con tronchi legati insieme, coperte di canne e paglia, e rivestiti con una grande quantità di terra. Questa specie di rivestimento protegge rifugio dal calore estremo dell'estate, così come dal freddo pungente dell'inverno. Le erbacce che crescono in prossimità di piscine sono utilizzati in altre parti del rivestimento delle baracche. Ogni nazione, insomma, ha il suo modo di costruire, a seconda dei materiali conferiti e le abitudini del paese. A Marsiglia i tetti sono coperti con paglia e terra mescolati insieme, invece di piastrelle. Ad Atene, fino ad oggi, le Areopago, un esempio di remota antichità, è coperto con argilla; e la casa di Romolo nel capitale, con il suo tetto di paglia, manifesta chiaramente i modi semplici e le abitudini degli antichi. 

6. È da tali esemplari che sono abilitati a formare solo idee del metodo iniziale di costruzione. La pratica quotidiana ha fatto i costruttori originali più abili, e l'esperienza è aumentata la loro fiducia; coloro che hanno preso più gioia nella scienza che rende la loro professione esclusiva. Così l'uomo, che, oltre ai sensi, che altri animali godono in comune con lui, è dotato dalla natura con i poteri di pensiero e di comprensione, che nessun soggetto è troppo difficile per la sua apprensione, e la creazione bruta sono soggetti a lui da la sua superiorità dell'intelletto, ha proceduto per gradi alla conoscenza delle altre arti e scienze, e passò da uno stato selvaggio vita ad uno dei civiltà. 

7. Dal coraggio che la sua graduale successo naturalmente eccitato, e il suo impegno in queste varie speculazioni con cui le arti sono collegate, le sue idee ampliato; e da costruire capanne presto proceduto alla costruzione di case costruite con pareti in mattoni o in pietra, i cui tetti erano di legno coperto con tegole. Così, con esperienza e l'osservazione della conoscenza di talune proporzioni è stato raggiunto, che all'inizio erano fluttuante e incerto; e il vantaggio di essere presa in considerazione la generosità della natura, con la sua fornitura di legname e di altri materiali da costruzione, l'arte nascente era così coltivata che con l'aiuto di altre arti mera necessità è stato perso di vista; e partecipando ai comfort e il lusso della società civile, è stato realizzato per il più alto grado di perfezione. Passo ora, al meglio delle mie capacità, passare per il trattamento di quei materiali che sono utilizzati nella costruzione, la loro qualità, e l'uso. 

8. Affinché qualsiasi oggetto che l'ordine del mio trattato sulle materie in questione non sia ben organizzato, e che questo libro avrebbe dovuto avere la precedenza degli ultimi, penso che proprio stato, che nello scrivere una tesi su Architettura consideravo Mi legato, in primo luogo, di esporre quei rami del sapere e della scienza con la quale è collegato, per spiegare la sua origine e specie diverse, e per enumerare le qualifiche che un architetto deve possedere. Quindi, avendo prima alluso a quei principi da cui dipende l'arte, io ora procedere ad una spiegazione della natura e l'uso di diversi materiali impiegati nella pratica di esso. Questo lavoro non essendo destinato a un trattato sulle origini dell'architettura; tale origine, ei gradi con cui passò al suo attuale stato di perfezione, è solo incidentalmente citati. 

9. Questo libro è quindi al suo posto. Passo ora a trattare, in forma intelligibile, dei materiali che sono appropriati per edilizia, il modo in cui si formano per natura, e dell'analisi dei loro componenti. Poiché non c'è materiale né corpo di qualsiasi tipo qualunque che non sia composto da diverse particelle elementari; e se la loro composizione principale non sia debitamente compresa, nessuna legge della fisica spiegherà la natura per la nostra soddisfazione. 

Capitolo 2 


1. Talete pensavano che l'acqua è stato il primo principio di tutte le cose. Eraclito, di Efeso, che, a causa della oscurità dei suoi scritti, è stato chiamato skoteino`V dai Greci, ha mantenuto una dottrina simile in materia di incendi. Democrito, Epicuro e il suo seguace, tenuto opinioni simili riguardo agli atomi; con cui termine è inteso come tali organismi sono incapaci di essere tagliato a pezzi, o, come dicono alcuni, di ulteriore divisione. Per acqua e fuoco la filosofia dei Pitagorici aggiunto aria e terra. Quindi Democrito, anche se liberamente esprimersi, sembra aver comportato la stessa cosa, quando chiama gli elementi corpi indivisibili; quando lo ritiene incapace di corruzione o alterazione e di eterna durata e solidità infinita, la sua ipotesi rende le particelle non ancora così connessi da formare un corpo. 

2. Poiché, quindi, tutti i corpi costituiti da e molla da questi elementi, e nella grande varietà dei corpi la quantità di ogni elemento entrare nella loro composizione è diverso, credo sia giusto per indagare la natura della loro varietà, e spiegano come interessa la qualità di ciascuno dei materiali utilizzati per la costruzione, in modo che quelli per costruire possono evitare errori, ed essere, inoltre, ha permesso di effettuare una corretta scelta di un materiale tale che può essere utile. 


Capitolo 3 


1. Io trattare prima di mattoni, e la terra di cui deve essere fatta. Gravelly, ciottoli, e argilla sabbiosa sono inadatti a tale scopo; per se di uno di questi tipi di terra, non solo sono troppo pesante, ma pareti costruite di loro, quando esposto alla pioggia, Moulder distanza, e sono presto decomposti, e la paglia, anche, con cui vengono miscelati, non sufficientemente legano la terra insieme, per la sua qualità di massima. Dovrebbero essere fatti di terra di un forte carattere di sabbia rosso o bianco gessoso, o. Questi tipi di terra sono duttili e coesa, e di non essere pesante, mattoni fatti di loro sono più facilmente gestiti in svolgimento i lavori. 

2. Le stagioni appropriati per produzione di mattoni sono la primavera e l'autunno, perché poi asciugano più equamente. Quelli fatti nel solstizio d'estate è difettoso, perché il calore del sole impartisce presto alle loro superfici esterne un aspetto di secchezza sufficienti, mentre le parti interne di essi sono in uno stato molto diverso; Quindi, quando completamente asciutto, si restringono rompono e quelle parti che erano asciutto in prima istanza; e quindi rotto, la loro forza è andato. Quelli sono i migliori che sono stati fatti da almeno due anni; in un periodo inferiore a che non si asciughino completamente. Quando gli intonaci è definito e impostare duro mattoni non perfettamente asciutti, i mattoni, che naturalmente ridursi, e di conseguenza occupare uno spazio minore della intonacatura, ridurrà quindi quest'ultimo di stare di sé. Dal suo essere estremamente sottile, e non in grado di sostenere sé, si rompe presto in pezzi; e nel suo fallimento talvolta implica anche quella del muro. Non si tratta, dunque, senza ragione che gli abitanti di Utica permettono nessun mattoni da utilizzare nei loro edifici che non sono di almeno cinque anni, e anche approvato da un magistrato. 

3. Ci sono tre tipi di mattoni; la prima è quella che i Greci chiamano Didoron (didw'ron), essendo il tipo che usiamo; cioè, [Immagine] lungo un piede, e largo mezzo piede. Gli altri due tipi sono utilizzati negli edifici greci; uno è chiamato Pentadoron, l'altro Tetradoron. Con la parola Doron i Greci significa un [Immagine] di palma, perché la parola dw'ron significa un dono che può essere sostenuto nel palmo della mano. Quel genere, dunque, che è [Immagine] cinque palme ogni modo è chiamato Pentadoron; quella di quattro palme, Tetradoron. Il primo di questi due tipi è utilizzato in edifici pubblici, quest'ultimo in privato. 

4. Ogni specie ha mattoni mezze fatte per soddisfare esso; in modo che quando viene eseguita una parete, il corso su una delle facce dei lati della parete di mattoni shews interi, l'altra faccia di mattoni mezzo; e in lavorazione alla linea su ciascuna faccia, i mattoni su ciascun titolo letto alternativamente nel corso di seguito. Oltre al piacevole aspetto vario che questo metodo dà, essa offre maggiore resistenza, entro la metà di un mattone, su un percorso di salita, cadere sopra i giunti verticali della norma dello stesso corso. I mattoni di Calentum in Spagna, Marsiglia in Francia, e Pitane in Asia, sono, quando battuto e secca, in particolare più leggero dell'acqua, e quindi nuotare esso. Questo deve derivare dalla porosità della terra della quale sono fatti; l'aria contenuta nei pori, per cui l'acqua non può penetrare, dando loro una struttura galleggiante. Terra di questo essere sorta, quindi, di una luce e di qualità sottile e impermeabile all'acqua, sia un grumo di questi oggetti di qualunque dimensione, nuota naturalmente come pietra pomice. Mattoni di questo tipo sono di grande utilità per l'edilizia; per essi non sono né pesante né rischia di essere danneggiato dalla pioggia. 

Capitolo 4 


1. Negli edifici di lavoro è di primaria importanza che la sabbia sia adatta per la miscelazione con la calce, e non legato con la terra. I diversi tipi sono questi; nero, bianco, rosso scuro e rosso brillante. Il meglio di ciascuno di questi tipi è quella che, quando strofinato tra le dita, produce un suono stridente. Questo, anche, se è terroso, e non possiede la rugosità nel nome, è adatto allo scopo, se si limita a lasciare una macchia o eventuali particelle di terra su un indumento bianco, che può essere facilmente spazzolato. 

2. Se non ci fossero di sabbia fosse dove può essere scavato, sabbia di fiume o ghiaia setacciata deve essere utilizzato. Anche la sabbia del mare può essere fatto ricorso, ma si asciuga molto lentamente; e pareti in cui viene utilizzato non deve essere molto caricati, salvo se eseguito in piccole porzioni alla volta. Non è, tuttavia, misura per quelle pareti che devono ricevere vaulting. Nelle pareti intonacate, costruite con il nuovo recinto di sabbia, il sale che trasuda distrugge l'intonaco; 

3. ma intonaco aderisce facilmente alla e si asciuga su muri costruiti con nuova sabbia buca, e volteggio può nascere in modo sicuro da loro. Se la sabbia è stato scavato un lungo periodo di tempo, ed esposto al sole, la luna, e la pioggia, perde la sua qualità di legame, e diventa terroso; né quando usato ci si vincola le pietre macerie insieme in modo da impedire loro scorrimento sul letto e caduta: né è adatto ad essere utilizzato in pareti dove grandi pesi devono essere supportati. Sebbene buca di sabbia è eccellente per malta, è inadatto al intonacatura; per essere di un ricco di qualità tale, quando aggiunto alla calce e paglia, la sua grande forza non soffre asciugare senza crepe. La povertà della sabbia di fiume, quando temperato con battitori, rende l'intonaco duro come il cemento. 

Capitolo 5 


1. Dopo aver trattato dei diversi tipi di sabbia, si procede ad una spiegazione della natura di calce, che viene bruciato o da pietra bianca e pietra focaia. Ciò che è di una trama stretta e difficile è meglio per la costruzione di muri; come ciò che è più poroso è migliore per intonaco. Quando spenta della calcina, sia usato buca di sabbia, tre parti di sabbia si mescolano con uno di calce. Se fiume o sabbia marina essere fatto uso di due parti di sabbia sono dati a uno di calce, che si ritroverà una proporzione appropriata. Se a fiume o sabbia marina, potsherds terra e passato attraverso un setaccio, in ragione di una terza parte, si aggiungono, la malta sarà meglio per l'uso. 

2. La causa della massa diventa solido quando sabbia e acqua sono aggiunti alla calce, sembra essere, che le pietre, come altri corpi, sono un composto di elementi: quelli che contengono grandi quantità di aria essere morbida, quelli che hanno una grande proporzione di acqua essere duro, di terra, duro, di fuoco, fragile. Per le pietre che, una volta bruciato, renderebbero eccellente calce, se pestate e mescolato con la sabbia, senza bruciare, sarebbe né legare il lavoro insieme, né impostare duro; ma aver attraversato il forno, e avendo perso la proprietà del loro ex tenacia dall'azione del calore intenso, la loro adesività in esaurimento, il calore che viene parzialmente trattenuta, quando la sostanza è immerso in acqua prima della dispersione del calore, esso acquisisce forza dall'acqua correre in tutti i suoi pori, effervescente, e infine è escluso il calore. 

3. Quindi, calcare, prima del suo combustione, è molto più pesante è dopo aver attraversato il forno: per, se uguale alla rinfusa, è noto, per l'estrazione di umidità precedentemente contenuta, di perdere un terzo del suo peso dal processo. I pori di calcare, essendo così aperto, ci vuole più facilmente la sabbia miscelata con esso, e aderisce ad esso; e quindi, in essiccazione, si lega insieme le pietre, da cui si ottiene il lavoro suono. 

Capitolo 6 


1. Vi è una specie di sabbia che, naturalmente, possiede qualità straordinarie. Si trova sulla Baia e il territorio nel quartiere del Vesuvio; se miscelato con calce e detriti, si indurisce e sott'acqua come in edifici ordinari. Questo sembra derivare da il piccante della terra sotto queste montagne, e l'abbondanza di sorgenti sotto le loro basi, che sono riscaldate sia con lo zolfo, bitume, o allume, e indicano molto intenso fuoco. Il fuoco verso l'interno e il calore della fiamma che sfugge e brucia attraverso le fessure, rende questa luce terra; l'arenaria (tofi), di conseguenza, che si raccoglie nel quartiere, è asciutto e privo di umidità. Da allora, tre circostanze di natura analoga, derivanti dalla intensità del fuoco, si combinano in una miscela, non appena sopravviene umidità, essi coerenti e induriscono rapidamente attraverso umidità; in modo che né le onde né la forza dell'acqua loro può disunire. 

2. Che queste terre sono colpiti con il calore, come ipotizzato, è evidente, perché tra le montagne di Cuma e a Baia, sudorazione posti sono scavato, in cui il vapore caldo in aumento verso l'alto dalla intensità del fuoco, colpisce attraverso la terra, e così sfugge in questi luoghi che sono singolarmente utile allo scopo. Si è inoltre detto che in passato gli incendi sotto il Vesuvio esistevano in abbondanza, e di là evoluti fiamme sui campi. Così ciò che noi chiamiamo spugna in pietra, o pompeiana pietra pomice, bruciato da un'altra specie di pietra, sembra essere agito dal fuoco in modo da avere una qualità di questo genere. 

3. Le specie di spugna in pietra, però, quindi ottenuto, non si trova se non in prossimità dell'Etna e le colline di Misia, che i Greci chiamano katakekaumevnoi, e luoghi di tale descrizione. Se, quindi, in questi luoghi sorgenti calde e vapori riscaldati si trovano nelle cavità delle montagne, e le macchie sono registrate da Antients [Immagine] di essere stato oggetto di incendi emissione fuori delle terre, sembra certo che il tasso di umidità viene estratto dalla sabbia pietra e terra nella loro vicinanza, dalla forza del fuoco, come da calce pietra in un forno. 

4. azioni dissimili e disuguali essendo così concentrati verso lo stesso fine, la grande mancanza di umidità rapidamente fornito da lega acqua e cementi fortemente, e impartisce anche una rapida solidità, mediante calore comuni ai due corpi. E 'inutile chiedere perché, come ci sono molte delle sorgenti in Toscana, non ci troviamo una polvere, che, per la stessa ragione, sarebbe indurire sotto l'acqua: dovrei essere essa in discussione, vorrei quindi spiegare la circostanza. 

5. Tutte le terre non possiedono qualità simili; né è in pietra universalmente trovato. Alcune terre sono quelli della terra, altri ghiaiose, altri grintoso, altri sabbiose: insomma, la qualità dei terreni, in diverse parti della terra, varia tanto quanto persino il clima stesso. Per esempio; sul versante dell'Appennino verso la Toscana, sabbia pozzi si trovano in abbondanza; considerando che, al di là degli Appennini, di fronte al mare Adriatico, nessuno è rilevabile: così anche in Acaia, in Asia, e universalmente al di là del mare, queste cose non sono noti. Pertanto non segue, che in tutti i luoghi ricche di sorgenti calde tutte le altre circostanze dovrebbero essere simili. La natura non ha fatto tutte le cose per soddisfare la comodità di uomo, ma in modo diverso e fortuitamente. 


6. Quindi, in luoghi dove le montagne non sono terroso, ma pietra, la forza del fuoco sfuggire attraverso le fessure che brucia che è morbido e tenero, mentre ciò che è difficile è lasciato. Così la terra di Campania, quando bruciato, diventa una polvere; che della Toscana un carbone. Entrambi sono di grande utilità in costruzione, una specie di essere molto utile in opere a terra, l'altro in opere sotto l'acqua. In Toscana, tuttavia, la qualità del materiale è più morbido di arenaria, ma più duro di terra; e per tutta la sua sottomissione all'azione del fuoco sub-esistente, diventa quel tipo di sabbia che si chiama carbunculus

Capitolo 7 


1. Ho descritto le diverse specie di calce e sabbia, e le loro qualità. Saranno ora considerati cave di pietra, da cui pietre squadrate e macerie di approvvigionamento e di preparati a fini di costruzione,. Le qualità di questi differiscono molto. Alcuni pietra è morbido; il rosso, per esempio, ha trovato nel quartiere di Roma, nei paesi del Pallienses, Fidenati, e Albanæ. Alcuni moderatamente così, come la Tiburtina, Amiternine, Soractine, e quelli del genere. Altri sono duri, anche come selci. Ci sono molte altre specie, come l'arenaria rossa e nera (tofi) della Campania, e il tipo bianco dell'Umbria, Piceno, e Venezia, che è tagliato con una sega come il legno. 
2. Le specie tenere hanno questo vantaggio, che quando recentemente assunto dalla cava sono facilmente lavorati, e rispondono bene sotto copertura; ma se usato in situazioni aperta ed esposta e sottoposta all'azione del gelo e pioggia, diventano presto friabili e Moulder via. Sono anche molto influenzati dalla salato vicino la riva del mare, e non sono in grado di preservare la loro forza quando esposti al grande caldo. Le pietre Tiburtini, e quelli di natura analoga, resistono grandi pesi non meno che l'azione del tempo, ma sono facilmente feriti dal fuoco. Il momento in cui vengono esposti a che essi sono rovinati, dal loro possesso così piccola quantità di umidità; le particelle di terra, anche, sono pochi, e la quantità di aria e fuoco in loro considerevole. Quindi, dalla piccola porzione di terra e acqua che contengono, il fuoco agisce facilmente su di loro, e, occupando interstizi, spinge fuori l'aria con violenza accumulata, e comunica la propria qualità calda a loro. 
3. Ci sono molte cave ai confini dei Tarquinienses, chiamate le cave Anicia, di colore molto simile alla pietra Alban. Essi vengono lavorati in più abbondanza nella zona del lago Volscinian, e nella prefettura di Statonia. Questa pietra ha buone qualità innumerevoli; né gelo né fuoco colpisce esso. È duro e resistente, dal suo piccolo ma contenente aria e fuoco, ma una moderata quantità di umidità, e molta terra. Chiudi nella struttura, non è ferito dal tempo né dal calore. 
4. I monumenti riguardo Ferentino, che sono costruiti di questa pietra, dimostrano la sua durata; tra questi si possono osservare grandi statue ben eseguiti, bassorilievi su una scala più piccola, e foglie d'acanto e fiori elegantemente intagliati, che, pur essendo da tempo battuto, appaiono come fresco come se fossero, ma di recente finito. Dalle pietre delle cave sopra i fondatori di metallo fanno le loro forme di fusione, per cui sono ben calcolati. Se questa pietra dovesse essere avuto nei pressi di Roma, sarebbe essere usato in tutte le opere per la città, a cui è davvero degno di essere applicata. 
5. Ma come necessità, a causa della vicinanza delle cave, obbliga a utilizzare il tipo di pietra rossa, quella degli Pallienses e di altre specie nelle immediate vicinanze della città, al fine di trovare ciò che è almeno difettoso, lasciare esso essere selezionata come segue. Due anni prima dell'inizio della costruzione, le pietre devono essere estratti dalle cave nella stagione estiva; affatto in inverno; e dovrebbero quindi essere esposti alle vicissitudini e l'azione del tempo. Quelli che, dopo esposizione due anni, sono feriti dal tempo, possono essere utilizzati nelle fondamenta; ma quelli che continuano suono dopo questa prova, si sopportare nelle parti fuori terra. Queste regole valgono anche per quadrato da macerie o di lavoro in pietra unsquared. 

Capitolo 8 


1. Le diverse specie di pareti sono, il reticulatum (a rete), un metodo attualmente in uso generale, e il INCERTUM (incerta), che è la modalità antient. Il reticulatum è la più bella, ma è molto responsabile per dividere, dai letti delle pietre essendo instabile, e la sua carenza in materia di obbligazioni. Il incertum, al contrario, rotta rispetto corso, e l'intero legati insieme, non presenta così bella un aspetto, anche se più forte della reticulatum. 
2. Entrambe le specie dovrebbero essere costruite con le pietre più piccole dimensioni, che le pareti, risucchiando, e attaccandosi a, il mortaio, possono durare più a lungo. Per quanto le pietre sono di natura morbida e porosa, assorbono, in essiccazione, l'umidità della malta, e questo, se usato abbondantemente, saranno quindi esercitare una maggiore potenza cementazione; perché da loro contenente una porzione maggiore di umidità, il muro non, ovviamente, asciugare in modo appena altrimenti; e non appena l'umidità viene assorbita dai pori della pietra dalla malta, la calce, perdendo la sua potenza, lascia la sabbia, in modo che le pietre aderire più ad esso, e in breve tempo il lavoro diventa infondata. 
3. Si può vedere questo in diversi monumenti sulla città, che sono state costruite di marmo o di pietre squadrate esternamente; cioè, sul viso, ma riempito con corsa macerie con malta. Tempo, in questi, ha preso l'umidità della malta, e distrutto la sua efficacia, dalla porosità della superficie su cui ha agito. Tutta la coesione viene così rovinata, e le pareti cadono a decadere. 
4. Chi è desideroso che questo non può accadere al suo lavoro, deve costruire i suoi due pareti faccia due piedi di spessore o di pietra rossa o di mattoni o pietra focaia comune, legandoli insieme con crampi ferro correre con il piombo, e debitamente preservando la metà spazio o cavità. I materiali, in questo caso, non essere gettato in a caso, ma il lavoro ben educati sui letti, i giunti verticali disposti correttamente, e le pareti del viso, inoltre, regolarmente legati insieme, non sono suscettibili di rigonfiamento, né essere altrimenti sfigurato. 
5. Sotto questi aspetti non si può astenersi dal ammirando le pareti dei Greci. Non fanno uso di pietra tenera nei loro edifici: quando, tuttavia, essi non impiegano in pietra squadrata, usano o selce o pietra dura; e, come se la costruzione in mattoni, attraversano o rompere i giunti verticali, e quindi produrre il lavoro più durevole. Ci sono due tipi di questa specie di lavoro; uno chiamato ISODOMUM, dall'altro PSEUDISODOMUM. 
6. Il primo è così chiamato perché in esso tutti i corsi sono di altezza pari; quest'ultimo ha ricevuto il suo nome dalle altezze ineguali dei corsi.


_______________________________

Leggi gli altri libri:

Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringrazio per ogni commento, appunto, modifica o richiesta di chiarimento. Mantenendo sempre un tono civile. Ogni commento che non rispetta tali regole, sarà eliminato, sopratutto se fatto in maniera anonima. TI ricordo che cerchiamo nuovi collaboratori o appunti, per implementare il materiale presente sul sito.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...