Wikipedia, the Law and the Real World: Collaborative Diplomacy





La promessa e il potenziale delle tecnologie per la connessione e la loro combinazione per governare il 21°secolo hanno cominciato a manifestarti solo in questi ultimi anni. La cultura di wiki, utilizza uno spirito di collaborazione e di condivisione delle informazioni, ha aiutato insegnanti e studenti di tutto il mondo, con sempre nuovi metodi per diffondere la conoscenza, superando i confini tradizionale e promuovendo significativamente l'innovazione culturale. Il Dipartimento di Stato Americano usa MediaWiki per collaborare ad un enciclopedia online chiamata "Diplopedia", interna alla rete nazionale americana, basata però sul formato wiki. Questa presentazione si riferisce al lavoro in corso per lo sviluppo di Diplopedia, ma ci sarà anche l'occasione per coinvolgere i partecipanti in una discussione sul futuro della collaborazione del governo e della cultura wiki nel dialogo arabo-israeliano. In particolare, relatori presso l'Ufficio di eDiplomacy e dell'ambasciata statunitense a Tel Aviv si concentrerà:
  • Il potenziale utilizzo da wiki come mezzo per la conoscenza del governo e dei diplomatici per ottenere la pace;
  • L'esperienza del governo USA, come sta usando i social network per comunicare con gli israeliani ed i palestinesi;
  • Sulla base dei primi due punti, si arriva a promuovere il dialogo arabo-israeliano per la risoluzione dei conflitti.

In particolare la presentazione fa vertice sull'uso dell'ambasciata USA a Tel Aviv, e il rapporto che l'ambasciatore ha con i social network.

La nascita di diplopedia ha trovato nuovo vigore con il Governo USA ed in special maniera con il Segretario di Stato Hillary Clinton; la maggior parte dei contributori iniziali non avevano mai lavorato con wiki, mentre adesso si è arrivati a 43'000 pagine visualizzate per settimana con un trend in continua crescita. Ospita tutte le notizie relativa ad affari di stato, diplomazia, esteri, ed altri. Diplopedia è per ora considerata sensibile ma non classificata. Negli ultimi tempi si è arrivata ad un livello molto elevato, infatti hanno iniziato ad utilizzarla anche i grandi politici e diplomatici degli Stati Uniti. Diplomedia non permette l'accesso anonimo, tuttavia risulta molto importante il dibattito che si va a creare internamente sulle varie voci. Essendo Diplopedia utilizzata per lo stato, non tutti i punti di visti sono neutrali, ma spesso c'è una visione più ampia. Chiunque scrive una voce, deve riportare tutte le sue qualifiche ed occupazione, per vedere a che ufficio fa riferimento.

Nel sito ufficiale dell'ambasciata di Tel Aviv sono stati messi recentemente dei collegamenti a pagine di Facebook e di Twitter, dove chi vuole può direttamente scrivere all'ambasciatore o ad uno dei suoi uffici. Si è riscontrato che molti più persone scrivono qui rispetto ad alle mail degli uffici, inoltre direttamente gli utenti pubblicano notizie sulle pagine da create dall'ambasciata.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringrazio per ogni commento, appunto, modifica o richiesta di chiarimento. Mantenendo sempre un tono civile. Ogni commento che non rispetta tali regole, sarà eliminato, sopratutto se fatto in maniera anonima. TI ricordo che cerchiamo nuovi collaboratori o appunti, per implementare il materiale presente sul sito.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...